Questo è un altro strumento che la strega e lo stregone tradizionale dovrebbe conoscere e saper usare. Le pietre e i cristalli sono le creature più vicine a nostra Madre Terra. In ogni cristallo è contenuto uno Spirito, con il proprio carattere e la propria energia. Essi sono collegati al potere in maniera indissolubile, e possono quindi aiutarci nella nostra magia. Il loro utilizzo è semplice ed immediato, basta portarli con se. Sarebbe però necessario purificarli prima in un bicchiere di acqua salata per almeno una notte. Quindi bisognerebbe caricarli con l’obbiettivo che vogliamo ottenere.

 

Ecco una lista delle principale pietre usate in magia.

Acquamarina: pietra legata al mare e quindi all’acqua. E’ utile per magie amorose, aiuta ad entrare in contatto col proprio sé, porta pace a chi la indossa e aumenta le facoltà psichiche e la sensitività.

Ambra: anche se è una resina e non una pietra l’ambra in magia è utilizzata come un cristallo. E’ utile per incantesimi d’amore,attira la fortuna, favorisci la forza ed esalta la bellezza.

Ametista: induce sogni divinatori e aumenta la sensitività sia se portata addosso che messa sotto il cuscino. Sarebbe utile mettere un ametista insieme ai propri strumenti divinatori. E’ un’ottima amica durante la meditazione e la divinazione in generale. Porta pace e serenità.

Avventurina: ottima pietra per aumentare la fertilità e attirare denaro. E’ utile anche per trovare lavoro e avanzamento di carriera.

Corniola: forza, potere, passione, coraggio.

Tipica pietra solare.

Giada: attira l’amore a chi la porta con se.

Granato: purificazione, protezione. Allontana le febbri e le malattie infettive.

Occhio di Tigre e Occhio di Falco: entrambe le pietre, come tutte le pietre con striature a cerchi concentrici, allontanano il malocchio e le negatività in generale.

Onice: come le precedenti protegge e allontana le negatività creando uno specchio d’energia intorno a chi la indossa.

Pietra di luna o Selenite: Tipiche pietre lunari; sono legate alla sensitività, all’amore, alla magia. Aiutano nella divinazione. La pietra di luna accompagnata da buona forza di volontà aiuta a dimagrire.

Quarzo citrino: il suo colore ricorda il limone, quindi è una pietra protettiva, lunare. Favorisce anche l’amore.

Quarzo Rosa: classica pietra legata all’amore e ai sentimenti puri, elevati. Amore materno, amicizia profonda.

Sale: anche il sale è un cristallo, sciolto in acqua o sparso a terra purifica l’ambiente, distrugge le negatività. Disciolto nella vasca da bagno, favorisce la guarigione allontanando le malattie, scioglie i blocchi energetici. La tradizione italiana vuole un sacchettino di lana rossa pieno di sale per imparare la magia, essere fortunati, attrarre l’amore, favorire la divinazione.

Turchese: portafortuna, attrae l’amore e l’amicizia. Fa vibrare di energie positive chiunque la porti.

In questa sezione faccio riferimento anche ai due metalli più usati in magia. Possono essere portati addosso come gioielli o in sacchettini come le pietre.

In questa sezione faccio riferimento anche ai due metalli più usati in magia. Possono essere portati addosso come gioielli o in sacchettini come le pietre.

Argento: metallo lunare per eccellenza, attrae l’amore,apre la mente alla comprensione della magia, aumenta la sensitività, aiuta nella meditazione e nella divinazione. Molto usato e consigliato nelle notti di Luna Piena.Facilita la guarigione e aumenta la spiritualità e il carisma in chi lo indossa. Un anello in argento,caricato correttamente,crea uno scudo protettivo intorno a chi lo porta. Un pezzo d’argento in mezzo ad un calderone pieno d’acqua sviluppa il carattere profetico di chi vi guarda dentro, potendo vedere immagini o situazioni future. Aumenta la fecondità nella donna.

Oro: metallo solare per eccellenza, attrae denaro su chi lo indossa. Porta coraggio e forza di volontà. Consigliato durante i rituali solari o legati al fuoco. Anch’esso porta guarigione su chi lo indossa e favorisce la saggezza e lo studio. Aiuta la virilità nell’uomo.

pietre-magiche

Luce di Aradia

Pietre magiche