La prima premessa da fare è che non esiste una magia “buona” e una magia “cattiva”…

La magia è uno strumento.

È l’uso consapevole del Proprio Potere Personale e del potere della Natura.

È il potere di comunicare con altre realtà.

È uno stato di consapevolezza intensa.

Infatti la magia non ha colori, è magia punto e basta. È l’uso che se ne fa che può portare grandi benefici o causare veri disastri.

Il mago deve conoscere sia il bene che il male ….. non sarà in grado di combattere il male se non sa riconoscerlo! Non a caso all’essere umano secondo la Bibbia fu dato il potere di conoscenza del bene e del male.

 

La magia principalmente può essere divisa in 2 tipi:

  • Magia costruttiva atta alla crescita, “buona” o positiva. È generalmente fatta quando la Luna è crescente (es. per protezione, guarigione, fertilità, successo)
  • Magia distruttiva atta a fermare la crescita, non necessariamente “cattiva”, negativa. È solitamente fatta in Luna calante (es. per separazione, eliminazione di qualcosa, allontanamento, …)

 Come detto, non è giusto utilizzare i colori nella magia per definirla (anche se si usa dire magia bianca o magia nera) ma sono comunque presenti e molto importanti, in quanto servono ad aumentare, sviluppare le energie durante i rituali. Possono aiutare a convogliare meglio il nostro intento. È dunque importante la loro scelta legata aglli strumenti che utilizzeremo, come ad esempio il colore delle candele (in un rituale d’amore sarà rosso), della tovaglia nell’altare (bianca per la purificazione), nella scelta dei nastri per i sachettini di protezione, ecc. A dipendenza del rituale varieranno i colori e gli strumenti. 

Fatta questa premessa vi dico che oggi vi darò un’infarinatura di Magia Domestica e cioè , come evidenzia il termine, di quel ramo della magia che utilizza strumenti facilmente reperibili in ambito domestico.

La magia domestica viene impiegata per proteggere, respingere, attrarre qualcosa. Possiamo usarla per esempio per purificare un locale in cui stagnano energie negative oppure per proteggere la nostra casa da energie, entità negative che cercano di entrare. Questo tipo di magia si fa attraverso i cosiddetti riti/rituali.

Quando facciamo un rituale come ad esempio quello di purificazione è molto importante proteggere sempre sé stessi per non venire attaccati dalle energie che vogliamo eliminare. Lo si può fare con simboli, preghiere o portando addosso per es. il salmo 90 che parla appunto di protezione.

Alcuni degli strumenti che abbiamo in casa e che possono essere utilizzati per la magia domestica nei sono:

– sale grosso : il sale è un potente assorbente di energie negative

– limone : anche il limone assorbe le energie negative

– incenso (aroma in base all’intento) : purifica l’aria

– pietre : come il sale grosso

– olio per la purificazione e protezione

– alloro : purifica

– aglio : contro i vampiri energetici

– rosmarino : per la protezione e purificazione

– salvia bianca (ev. salvia normale) : purificare ambiente

– pepe nero : protezione

– anice stellato : da utilizzare per attrarre (fortuna, successo, salute, ecc.)

– candele di cera pura (meglio se benedette) : bruciando eliminano energie ed entità negative

 ***

Ev. acqua santa che purifica e si può prendere in chiesa, e simboli da cercare in internet e stampare per poi metterli in giro per casa (es simbolo rune per la protezione)

Molte delle spezie ed erbe che vengono utilizzate abitualmente per cucinare o profumare la casa in realtà posseggono proprietà particolari per la magia che un mago sa riconoscere.

Un esempio dell’utilizzo di magia domestica sta nella purificazione dell’ambiente e di chi ci abita. È importante purificare l’ambiente in cui si vive e/o lavora (incluse porte e finestre che sono il passaggio principale da cui entrano le energie e/o entità negative), ma è altrettanto importante purificare anche noi stessi. In ogni istante della giornata siamo costantemente attaccati dal negativo, per esempio da entità pensiero che ci lanciano addosso persone gelose, invidiose, “cattive”…. o quando siamo vicini a vampiri energetici o quando ci si attacca addosso parte della spazzatura del mondo astrale basso. Questa spazzatura ci succhia energia vitale e noi ci sentiamo stanchi, spossati e magari anche depressi. Quindi è importante ripulirci. 

 ***

Oltre a bruciare erbe tipo le foglie d’alloro o la salvia bianca e passare la casa con una candela benedetta accesa pronunciando preghiere e facendo il segno della croce, ci sono tanti altri metodi che possiamo utilizzare. Possiamo mettere simboli di protezione negli angoli, scrivere su un pezzo di carta una preghiera di purificazione dargli fuoco e visualizzare nel mentre la negatività lasciare l’ambiente, visualizzare di passare un’aspirapolvere nell’ambiente e consegnare poi il sacchetto dello sporco a un aiutante astrale che fa lo spazzino e saprà come eliminarlo. 

 ***

Altro esempio di strumento in magia domestica lo troviamo negli specchi.

Gli specchi sono considerati fin dall’antichità dei portali attraverso i quali è possibile guardarsi dentro e vedere chi siamo davvero.

Fino a qualche decennio fa (in alcuni paesi ancora oggi) quando moriva una persona era usanza tenerla in casa per la veglia. Durante questo periodo gli specchi venivano tutti coperti per non far intrappolare l’anima del defunto al suo interno.

Data la credenza che gli specchi in casa intrappolino le energie in un’altra dimensione è bene seguire alcune piccole regole sul dove e come utilizzarli. Per esempio tutto quello che è abbondanza lo si mette davanti per rafforzarlo. Mentre non bisogna mai metterci quello che è rotto o in deficit.

Lo specchio si può mettere sopra la porta d’entrata per proteggere la casa da influenze malefiche allontanandole. È sconsigliato mettere specchi in camera da letto in quanto attivando il flusso d’energia sarebbero di disturbo al sonno.

Essendo lo specchio riflettente viene utilizzato come strumento di protezione poiché allontana la negatività e chi ci sottrae energie e risorse. Lo si può per esempio indossare come ciondolo o, se nel momento del bisogno non lo si ha materialmente, si può creare mentalmente una corazza di specchietti riflettenti dando l’intento di essere protetti e inattaccabili.

C’è poi un tipo di specchio particolare che è tutto nero e ha il potere di assorbire i pensieri delle persone; guardandoci dentro dopo che la persona ci si è specchiata si può leggere / vedere i suoi pensieri, tipo una palla di cristallo.

 ***

Altro esempio ancora di come usare la magia domestica è, collegandoci ai nostri aiutanti spirituali, programmare gli stipiti delle porte dando uno specifico intento.

Il programma potrebbe essere quello di fare in modo che passando attraverso lo stipite della porta una doccia cromatica lavi via tutte le energie negative, come fosse una cascata.

Ci sono infiniti modi per utilizzare la magia domestica e ognuno può inventare il proprio rito. Insomma come dice sempre Slavy Gehring: “siate creativi e ricercate il vostro metodo individuale, metteteci il vostro tocco personale”.

La cosa più importante da ricordare e che sta alla base per la riuscita della magia è l’intento che ci si mette.

 ***

Concludo citando una frase trovata in internet molto bella e che ritengo racchiuda una grande verità da tenere sempre presente. “Fate attenzione a tutto il vostro agire …. in pensieri, parole, opere e omissioni.”

  

Manuela De Giovanetti-Neretti

Parapsicologa – Diplomata presso Scuola di parapsicologia pratica “Enigma” di Mendrisio (CH)

 

 

Magia domestica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*