Ecco degli esercizi per facilitare l’automatismo delle vostre risposte.

1° esercizio

Disegnate su un foglio di carta due spirali, una che si avvolge in senso orario e una che si avvolge in senso antiorario. Prendete ora il vostro pendolo e, dopo aver impresso una leggera spinta, fate attenzione che continui il suo movimento anche dopo lo stimolo volontario. Quando l’effetto accadrà spontaneamente, spostate il pendolo sulle spirali: potrete notare che inizierà a muoversi nel senso delle spirali. In relazione alla convenzione che avrete già stabilito, potrete poi dare le risposte del caso.
Lo stesso evento si rivelerà anche nel caso in cui disegnate due linee rette: il pendolo si muoverà parallelamente alle linee tracciate.
Ripetete più volte questo semplice esperimento e vi accorgerete di come i movimenti del pendolo avranno un andamento del tutto indipendente dalla vostra volontà.

2° esercizio

Tenete il pendolo teso prima sul palmo della mano, poi sul dorso: il verso della rotazione cambierà. Nel primo caso, in genere, gira in senso orario, sul dorso in senso antiorario.

3° esercizio

Prendete una calamita a forma di ferro di cavallo e fate girare il pendolo sui poli del magnete: dovrete scoprire quale è il polo negativo e quale il positivo.

4° esercizio

Prendete due bicchieri che avete preventivamente riempito con l’acqua. Nel primo bicchiere mescolate dello zucchero e tenete il pendolo sospeso. Ora formulate la seguente domanda: “c’è dello zucchero in quest’acqua?” Se la convenzione che avete stabilito prevede che una risposta affermativa corrisponda al movimento in senso orario del pendolo, allora è in questa direzione che il pendolo dovrà girare.
Spostate il pendolo sul secondo bicchiere e ponete la stessa domanda: in questo caso il pendolo oscillerà con moto antiorario.

5° esercizio

Tagliate da un giornale delle foto di uomini e donne. Il vostro obiettivo sarà di scoprire qual è la foto di donna. Prendete diverse foto di uomini e solo una di donna. Ponetele in buste chiuse, non trasparenti, e iniziate a far muovere il pendolo sulle buste. A questo punto dovrete porre una domanda precisa al pendolo, che presupponga una risposta affermativa o negativa: “la foto di donna è questa?” Osserverete come il pendolo inizia a girare in senso orario o antiorario, a seconda della convenzione che avete precedentemente stabilito, rispondendovi in modo affermativo o negativo.

Tratto da “Lavorare con il pendolo. Radiestesia pratica e applicazioni” di Sibilla della Scala

Esercizi: lavorare con il pendolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*