image-1Come lavorare con le candele:

  1. Potete usare la candela per la meditazione o prima di svolgere qualsiasi rituale. Accendete la candela per evocare gli Spiriti con i quali desiderate entrare in contatto. Non dovete mai spegnere la candela dopo la meditazione o il rituale: essa deve bruciare fino a spegnersi da sola (tempo di scioglimento totale da 40 a 60 minuti).
  1. Per purificare la propria energia. Accendete la candela pronunciando una preghiera per evocare gli Spiriti protettori. Passate la candela attorno al vostro corpo, in senso orario, immaginando che le energie negative o estranee vengano bruciate dalla sua fiamma. Non dovete mai spegnere la candela dopo la purificazione: essa deve bruciare fino a spegnersi da sola.

 

ATTENZIONE:

  1. a) Mentre brucia la cera della candela può cambiare colore: da bianco-latte a nero. Se questo succede vuol dire che la vostra energia è danneggiata da forze o programmi estranei. A questo punto continuate a lavorare con la candela fino a quando la cera diventa di nuovo pulita.
  2. b) Fate attenzione a non fare cadere la cera per terra per evitare che a casa vostra rimangano tracce della negatività che avete tolto dalla vostra energia. Per questo vi consiglio di mettere sempre un foglio di carta sotto alla candela e di buttarlo non appena avete finito il rituale di purificazione.

Se avete delle difficoltà a svolgere il lavoro di purificazione per voi stessi potete chiedere a qualcuno di aiutarvi, come è descritto al punto 3.

  1. Per purificare l’energia di un’altra persona. Chiedete alla persona per la quale svolgerete il lavoro di purificazione di mettersi in piedi davanti a voi. Accendete la candela e dite una preghiera per evocare i vostri Spiriti aiutanti. Concentratevi bene su quello che state facendo perché niente deve distrarvi dal vostro lavoro. Passate la candela attorno al suo corpo, spostandovi in senso orario. Con la candela continuate a fare il segno della croce chiedendo agli Spiriti di bruciare con la fiamma tutta la negatività presente nella sua energia. Passate la candela anche attorno e sopra la sua testa liberando, così, il canale di collegamento con il Divino. Usate il vostro intuito e ascoltate il vostro corpo durante il rituale per capire quali devono essere i gesti da compiere e la sua durata.

ATTENZIONE:

  1. a) Mentre brucia la cera della candela può cambiare colore: da bianco-latte a nero. Se questo succede vuol dire che la sua energia è danneggiata da forze o programmi estranei. A questo punto continuate a lavorare con la candela fino a quando la cera diventa di nuovo pulita.
  2. b) Fate attenzione a non fare cadere la cera per terra per evitare che a casa vostra rimangano tracce della negatività che avete tolto alla sua energia. Per questo vi consiglio di mettere sempre un foglio di carta sotto alla candela e di buttarlo non appena avete finito il rituale di purificazione.

 

Alla fine del rituale, quando la cera della candela sarà pulita, ringraziate i vostri aiutanti spirituali e sigillate il vostro lavoro: mettetevi davanti alla persona che state purificando, fate 3 grandi croci e alla fine mettete un punto.  Poi ringraziate nuovamente i vostri aiutanti spirituali e spegnete la candela.

Mettete il resto della candela sul foglio che avete tenuto per la cera sciolta (ATTENZIONE: non toccate con le mani le gocce di cera che sono cadute sul foglio!). Avvolgete la candela con il foglio e:

  1. a) bruciate tutto nel camino o su un piatto.
  2. b) buttate tutto nel water e tirate l’acqua.
  3. c) seppellite tutto nella terra.

ATTENZIONE: se durante il lavoro la candela si spegne all’improvviso significa che oltre alle energie negative la persona ha qualche particolare programma da sciogliere (per esempio una maledizione). In questo caso insistete: riaccendete la candela, rivolgetevi di nuovo alle Forze Superiori e terminate il vostro lavoro. Per sciogliere una maledizione purtroppo non basterà fare questo semplice rituale e dovrete rivolgervi a degli specialisti. Con il rituale, però, sarete riusciti almeno a capire che esiste un problema da non sottovalutare.

 

CONSIGLIO: durante il rituale di purificazione, nell’energia dell’altra persona, potreste incontrare qualunque cosa, perciò vi consiglio di proteggervi sempre semplicemente indossando una catenina con una croce benedetta o una medaglietta con i Santi della vostra religione.

 

  1. Purificare l’ambiente. Accendete la candela all’entrata del vostro appartamento (ufficio o casa), ed evocate gli Spiriti per eliminare le energie negative. Passate la candela lungo i muri di tutto l’appartamento, in senso orario, pregando gli Spiriti di liberare l’ambiente dalle energie negative ed estranee e facendo il segno della croce.

image-3

ATTENZIONE:

  1. a) Mentre brucia la cera della candela può cambiare colore: da bianco-latte a nero. Se questo succede vuol dire che l’energia della casa (o dell’ufficio) è danneggiata da forze o programmi estranei. A questo punto continuate a lavorare con la candela fino a quando la cera diventa di nuovo pulita.
  2. b) Fate attenzione a non fare cadere la cera per terra per evitare che a casa vostra rimangano tracce della negatività che avete appena tolto. Per questo vi consiglio di mettere sempre un foglio di carta sotto alla candela e di buttarlo non appena avete finito il rituale di purificazione.

image-2Fermatevi maggiormente nei punti dove la candela produce fumo nero o dove la cera sciogliendosi crea delle strane figure sul tronco della candela oppure cambia colore. Dopo aver fatto il vostro giro (cercate di prolungarlo il più possibile, affinché la candela si sciolga quasi del tutto) arrivate di nuovo alla porta d’entrata. Ora sigillate il vostro lavoro: uscite dalla porta, chiudetela, per 3 volte fate il segno della croce e poi mettete il punto chiedendo il sigillo del vostro lavoro. Ringraziate ora i vostri aiutanti spirituali, spegnete la candela e rientrate nel vostro appartamento.

Mettete il resto della candela sul foglio che avete tenuto per la cera sciolta (ATTENZIONE: non toccate con le mani le gocce di cera che sono cadute sul foglio!).

Avvolgete la candela con il foglio e:

  1. a) bruciate tutto nel camino o su un piatto.
  2. b) buttate tutto nel water e tirate l’acqua.
  3. c) seppellite tutto nella terra.

COMPRARE LE CANDELE

Candele benedette. Come utilizzarle per la purificazione energetica

Un pensiero su “Candele benedette. Come utilizzarle per la purificazione energetica

  • 27 dicembre 2016 alle 22:41
    Permalink

    come si fa a benedire una croce? bisogna proprio andare da un prete o frate? 😉 Che Spiriti e come bisogna invocare? grazie!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*