Spionaggio psichico

project-stargateIl programma Star Gate è l’unica ricerca a lungo termine sulla percezione extrasensoriale finanziata dal governo americano, in collaborazione con NASA, CIA, e varie agenzie e organizzazioni collegate ai servizi segreti. Vogliono superare l’analoga situazione sovietica, perché le conoscenze sovietiche in questo campo sono superiori a quelle occidentali.

 Dopo tanti anni di riservatezza militare piano piano escono fuori diversi segreti riguardo al programma Star Gate. Hanno preso un esempio dal crescente interesse sovietico per l’utilizzo delle possibili capacità telepatiche di comunicazione, e per i fenomeni di telecinesi e bionica.

A Washington, per 20 anni le agenzie governative americane di spionaggio hanno utilizzato la percezione extrasensoriale per raggiungere obiettivi strategici militari, ma soprattutto hanno scoperto che le facoltà paranormali fanno parte della nostra natura innata. Dunque per oltre 20 anni i servizi segreti americani si sono serviti di sensitivi per spiare il nemico. Dal suo ufficio negli Stati Uniti, l’intuitivo era in grado di vedere con il solo uso della mente cerchi atomici, armamenti e luoghi segreti in territorio nemico. Fantascienza? No, indagini sotto stretto controllo scientifico; questo tipo di spionaggio dura tutt’ora. Gli Stati Uniti hanno promosso questa attività indisposta allo spionaggio psichico dell’ex Unione Sovietica, già molto avanzato. Era la guerra fredda, caratterizzata dal costo di armamenti sempre più sofisticati e dall’equilibrio del terrore.  La sfida tra i due blocchi era sfociata nella conquista dello spazio.

Lo spionaggio psichico USA, ha preso inizio da due giovani scienziati, erano gli anni ’70: Harold Puthoff e Russell Targ.

 

Russell Targ, Ingo Swann, Stephan Schwartz and Hal Puthoff
Russell Targ, Ingo Swann, Stephan Schwartz and Hal Puthoff
 In un’intervista, loro, responsabili di questa operazione segreta, raccontano delle loro esperienze e della storia di vero spionaggio internazionale coperta oggi ancora al 90% dal segreto di Stato.

 Puthoff: “Sono stato invitato ad una conferenza sulla scienza all’avanguardia realizzata da un’agenzia spaziale, era il 1972, eravamo sulla costa della Georgia. In quell’occasione ho incontrato il sig. Brown, Arthur Sicar e il sig. Chan. Ho parlato loro delle ricerche che stavo facendo privatamente sulla percezione extrasensoriale. Stavo costruendo macchine per insegnare come sviluppare le capacità psichiche. Ho chiesto loro di sostenere la mia ricerca. Due di loro mi diedero il loro accordo per il finanziamento della ricerca, era il maggio 1972”.

Russell invece racconta la sua esperienza sulla visione a distanza in un suo seminario a cui partecipano persone comuni: ” la cosa più interessante che ho imparato lavorando come un intuitivo, è che se si calma la mente si può descrivere ciò che succede in un luogo lontano con la stessa facilità di quanto succede in un luogo vicino, dall’altra parte della strada. La distanza non centra e nemmeno il tempo. Gli esperimenti mostrano che viviamo in un mondo non locale, è proprio questa connessione non locale rende possibili questi fenomeni psichici. La natura stessa dello spazio e del tempo  permette di avere questi tipi di percezione extrasensoriale. Adesso vorrei che partecipiate con me a una prova per vedere come funziona questo fenomeno. Ho qui un oggetto che vi sorprenderà; guardate nella vostra mente e troverete un’immagine che vi stupirà. Adesso chiudete gli occhi e fate un paio di profondi respiri. Ora fate un disegno della prima immagina che sorgerà nella vostra mente, di solito non si sa di cosa si tratta. Fate dunque adesso un disegno di qualsiasi cosa appare nella vostra mente. Bisogna lasciare sorgere le impressioni della mente senza analizzarle, senza collegarle ai ricordi, oppure senza controllarle. È tipico nella visione a distanza che non si sappia cosa si disegna, forma e colore arrivano spontaneamente nella nostra mente.

Guardiamo adesso che cosa avete intuito, mostratemi i vostri disegni… Ora vi faccio vedere l’oggetto disegnato: è una statuetta particolare.
Guardate questo disegno, questo è un’intuizione di una persona al primo esercizio, alcuni elementi della statuetta sono presenti, ma i grandi esperti della visione a distanza, ottengono, sotto controllo scientifico, risultati davvero spettacolari.”

Per effettuare una connessione mentale non locale Rusell Targ afferma che si è inspirato anche agli insegnamenti sapienziali e ai testi sanscriti che insegnano come lo stato di «consapevolezza espansa», equiparato ad uno stato di meditazione, consenta ad una persona di ricevere o trasmettere informazioni.

 

La visione a distanza ha dunque un solido fondamento scientifico e conferma quanto da migliaia di anni insegnano le grandi tradizioni spirituali. Quando la mente è calma si entra in connessione con una dimensione che non è limitata né dallo spazio né dal tempo,  si è collegati con la coscienza universale, si è uniti ad ogni cosa, è lo spazio dell’intuizione.

 

remote5Joseph McMoneagle che è probabilmente il miglior esperto di visione a distanza che c’è in USA, racconta: “Abbiamo sviluppato il programma in due diverse direzioni, una l’abbiamo utilizzato per la CIA e molte altre agenzie governative. Era il periodo della guerra fredda, abbiamo seguito i test atomici in Cina, abbiamo partecipato alle operazioni legate alle prese di ostaggi americani in Iran, abbiamo indagato su aerei russi precipitati, dunque ci sono stati tanti e diversi utilizzi di queste tecniche per le agenzie americane. Abbiamo però anche approfondito le potenzialità psichiche andando sempre più lontano nello spazio e nel tempo, in particolare nel futuro. Abbiamo pubblicato questi risultati in riviste di scienze naturali, di conti dell’Istituto di ingegneria elettronica e dell’Associazione di scienze d’avanguardia negli Stati Uniti”.

Ed ecco cosa rcconta il responsabile militare del progetto segreto di spionaggio è Skip Water, già operativo in Corea e in Sudamerica: “ Io ero un dirigente, ero il responsabile operativo e dei training dei sensitivi, il programma per cui ho lavorato si chiamava Stargate. È iniziato nel 1972 e terminato nel 1995. Sono certo che oggi i servizi segreti continuano ad utilizzare tecniche simili, ma non nella stessa forma e struttura, non penso cioè che ci siano soldati assoldati solo per fare questo. Penso piuttosto che ci siano accordi con compagnie private”.
Skip Water approfondì la tecnica della visione a distanza presso l’Istituto di Bob Monroe. Più tardi, Water è diventato il direttore dell’Istituto e del laboratorio di ricerca Monroe; seguendo le indicazioni di parametri fisiologici, aiuta il sensitivo ad approfondire lo stato di coscienza aprendosi alle intuizioni. Per favorire l’esperienza, l’intuitivo è collocato in una camera insonorizzata. Il viaggio all’interno della mente, ha inizio. Water si serve di suoni particolari che sincronizzano gli emisferi cerebrali e aiutano la mente a sintonizzarsi su determinate frequenze.

 

Proprio qui, Joseph McMoneagle ha approfondito ulteriormente la sua straordinaria sensitività e ha imparato a controllare le sue esperienze fuori dal corpo, fino a quel momento spontaneo. McMoneagle è stato soldato in Vietnam, la sua sensitività, che lo salvò più volte dalla morte, fu notata dai suoi compagni e dai suoi superiori. Sfuggì a bombardamenti e agguati ascoltando la sua voce interiore, per queste sue doti fu segnalato ai servizi segreti dove iniziò una brillante carriera. Due successive drammatiche esperienze di pre-morte, aprirono ulteriormente la sua sensitività. Joseph McMoneagle oggi è considerato il maggiore esperto della visione a distanza, coglie nel segno nel 75% dei casi.

 

Ora ascoltiamo da lui il dettagliato racconto del caso straordinario del 1980, di cui può parlare: “Il caso del sottomarino sovietico era molto interessante, molte agenzie di intelligence, tenevano sotto controllo l’edificio numero 402 situato in una città, allora appartenente all’Unione Sovietica. Questo edificio era il più grande al mondo con un unico tetto, era come 2 o 3 enormi centri d’acquisto ma non si sapeva cosa si stesse costruendo. Dopo inutili tentativi di infiltrazioni di agenti del posto, sono venuti da noi per questo obiettivo, mi chiesero di penetrare nell’ufficio. Mi hanno portato una busta, con una delle fotografie satellitari dello stabile. La busta era sigillata, mi dissero: “Descrivi quello che dobbiamo sapere sulla fotografia che è nella busta”. Noi non sapevamo che si trattasse di un edificio, volevano informazioni dal vivo. Allora, ho fatto una ricerca di visione a distanza su questa busta sigillata. Nella prima sessione la mia percezione era che stavano costruendo qualcosa di enorme, un fascello a forma di sigaro, probabilmente molto più grande di qualsiasi nave del genere. Poi ho avuto la percezione di un sottomarino. Nella seconda sessione, ho visto che non si trattava di un sottomarino convenzionale, bensì, come di due sottomarini in uno; l’acciaio era molto spesso, usavano un nuovo metodo di saldatura. Descrissi anche che i tubi lanciamissili erano incrinati: una nuova caratteristica dei nuovi sottomarini sovietici. Fino ad allora, i tubi erano piazzati verticalmente, ciò  costringeva il sottomarino a fermarsi di ritiro. Ora, il lancio era possibile anche in movimento, un miglioramento importante nella loro tecnologia. C’erano inoltre altre nuove caratteristiche di cui diedi informazioni, certo ci furono molti elementi di disaccordo sul mio rapporto, perché l’edificio distava più di un chilometro dal mare, nessuno credeva che si stesse costruendo un sottomarino in questo edificio e inoltre non somigliava a nessun altro sottomarino mai costruito, nessuno mi credeva. Il mio rapporto mi fu rispedito con  una nota negativa; mi sono arrabbiato, ho rispedito l’incarto con una nota dove dicevo che il sottomarino sarebbe stato varato entro circa 114 giorni. Nessuno mi credeva ad eccezione di un ammiraglio della commissione nazionale della sicurezza che chiese un’osservazione satellitare in quel giorno. Il satellite, a quella data, vide grandi scavatrici al lavoro fuori dall’edificio. Sei giorni più tardi videro che il canale era terminato, alcuni rompighiaccio avevano liberato il porto. Nel porto c’era un enorme sottomarino. Tutti i boccaporti erano aperti, stavano caricando i missili.

Ottennero così molte informazioni sensibili sul nuovo sottomarino sovietico.  È stato un colpo straordinario per i servizi segreti, era il più grande sottomarino del mondo con testate nucleari”.

Joseph McMoneagle sa perfino utilizzare la visione fuori dal corpo, un fenomeno incredibile che ora ci spiega: “Ho potuto imparare a controllare le mie esperienze fuori dal corpo, sono stato in grado di dimostrare che sapevo andare sull’obiettivo e raccogliere informazioni. È estremamente difficile, totalmente diverso. Si può uscire dal corpo e guardare qualcosa di molto specifico, come armi atomiche o qualche congegno, puoi quasi mettere dentro la tua faccia, guardare e tornare facendo poi un disegno su quello che si è visto in modo molto dettagliato”.
Sulla domanda a qual è oggi la sua attività professionale di cui può parlare Joseph risponde: “faccio consulenza a diverse ditte, molte sono nel campo dell’alta finanza e degli investimenti. Ho collaborato con compagnie nel campo neurologico e archeologico. Ho cercato petrolio, gas, minerali e ultimamente diamanti in luoghi lontani. Ho lavorato per case editoriali, aiutandole nella pianificazione del loro futuro. Ho consigliato certe industrie riguardo al loro futuro, 10-20 anni nel campo della produzione. Ho fatto previsioni sui disastri naturali e sulle loro conseguenze sulle compagnie assicurative. Ho fatto altre previsioni del futuro, ho cercato persone e bambini scomparsi”.

 

Lasciando Joseph, ci diciamo che la realtà a cui eravamo abituati non è più la stessa. L’uomo ha dunque straordinarie capacità nascoste che le grandi tradizioni spirituali e gli studi sulla coscienza ci aiutano a capire.

 

Non so che effetto vi abbia fatto questo racconto, io sono rimasta molto sorpresa perché questo per loro è il loro pane quotidiano, vivono in questa dimensione e compiono tutt’ora delle ricerche che non sono limitate alla nostra dimensione, ma possono muoversi in tutte le dimensioni che vogliono nel passato e nel futuro, possono andare ad esplorare addirittura i pianeti. Sono tutte operazioni che sono state fatte dalla CIA e tanti altri centri americani, di cui però non si parla mai perché la maggior parte di queste cose sono sotto segreto di Stato. Comunque Joseph McMoneagle ha pubblicato le sue memorie in numerosi altri libri sulla sua vita per esempio “Remote Viewing Secrets”. È un uomo talmente famoso e sicuro delle sue capacità che è apparso molte volte in televisione in cui dimostrava dal vivo le sue competenze; gli consegnavano longitudini e latitudini di una città a lui sconosciuta, sapeva andare nella città, trovare il posto e l’individuo ricercato. Ogni volta gli assegnavano un sacco di obiettivi, nel 75% dei casi davanti alla telecamera è riuscito a cogliere nel segno.

 

Le persone affidate che hanno certe capacità intuitive, come, per esempio, la visione a distanza, spesso lavorano anche per il proprio governo, usando i loro doni particolari. Questo ormai non è più un segreto. Pubblicando diversi materiali nei giornali negli ultimi anni e facendo diversi documentari su tale tema, i governi ammettono che queste capacità esistono veramente e che per un uomo non c’è niente d’impossibile.

Certo che le persone che lavoravano e lavorano ancora per la CIA hanno capacità diverse. Ci sono quelli che usano la visione a distanza che è  la capacità di vedere persone, oggetti, paesaggi, ecc. lontani da noi, ma come se fossero vicini. Altri lavorano sulla psiche delle persone riprogrammando le loro azioni e comportamenti, usando le tecniche d’ipnosi diretta e a distanza.

 

L’interesse di Hitler per quello che riguarda la conoscenza delle forze occulte, ha condizionato la scelta del cosiddetto: segno nazista.

Il simbolo nazista è l’immagine speculare del segno indiano – il segno di Shiva.

Hitler ha creato una rete di istituti di ricerca privati, cercando di studiare le capacità delle persone sensibili e la forza del piano Astra, per creare nuove strategie e tattiche conquistare il mondo.

Questi istituti hanno studiato la questione del trasferimento di energia e d’informazioni tra l’uomo e l’ambiente, i processi mentali di esposizione umana, e hanno scoperto i segreti delle prospettive possibili del cervello umano.

Stalin, come Hitler, aveva un particolare interesse per le persone che hanno delle capacità sensitive. Quando il famoso ipnologo e telepata Wolf Messing, fuggendo dalla vendetta di Hitler, si trasferì segretamente nell’Unione Sovietica, Stalin ordinò, poco tempo dopo, di portarlo da lui, ed ebbero un lungo colloquio.

Su iniziativa di Stalin, vennero verificate le capacità effettive di Messing, che divenne il consulente privato del capo di governo sovietico.

Wolf Messing, era conosciuto come sensitivo in tutto il mondo: ebbe familiarità con Einstein, Freud e Gandhi.

Hitler era personalmente interessato a Messing, e ordinò ai suoi soldati di consegnarglielo vivo o morto; perché previde che a causa sua, l’esito dell’attacco dell’Unione Sovietica sarebbe stato disastroso.

Nell’Unione Sovietica fu uno dei primi sensitivi, ed iniziò a fare spettacoli per il popolo, ma non abusò mai del suo dono, anzi cercò di aiutare molte persone. Quest’uomo vedeva con gli occhi chiusi e poteva predire il futuro, leggendo nei pensieri delle persone e alle volte anche controllandoli.

Articolo sullo spionaggio psichico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*