COS’È LA SPIRITUALITÀ?

 

È la semplice consapevolezza che l’uomo non è la misura di ogni cosa. Egli è un essere terreno: non è divino, né assoluto e pertanto ha dei limiti. La spiritualità è nell’ordine umiltà, rispetto ed ascolto nei confronti di sé stessi, degli altri e del mondo.

 Potenzialmente, ogni individuo è dotato di tre diverse sfere relazionali: razionale, emotiva e spirituale. Le prime due possono intervenire in maniera autonoma o, anche, contemporaneamente; la spiritualità, invece, è da riferirsi ad un livello superiore e ci consente di influenzare e gestire i due precedentemente esposti.

  La vita spirituale

 La chiarezza esige che non si faccia confusione tra spiritualità e religione, poiché spesso questi due termini generano malintesi, soprattutto con chi vive una vita religiosa in modo dogmatico.

La spiritualità abbraccia ogni tipo di fede, non è esclusiva di nessuna di esse e non attua nessuna distinzione tra le molteplici credenze di queste Terra.

 Nel percorso esistenziale, un individuo può cambiare il proprio modo di vedere le cose. È auspicabile, tuttavia, che tale evoluzione avvenga per libera scelta, perché se ne avverte un bisogno con il procedere dell’esperienza magica della vita e non perché viene obbligato dall’esterno; altrimenti, non sarebbe giusto parlare di libertà ma di coercizione.

 Non si può individuare una spiritualità giusta o sbagliata: esiste solo la scelta di come proseguire il cammino nella dimensione terrena, rispettando i propri valori e quelli altrui.

Nessuno ha il diritto di giudicare le scelte ascetiche di un altro, né il suo livello evolutivo. Al massimo, c’è chi ha già intrapreso un certo percorso, risolvendo gran parte delle problematiche personali, tanto da poter aiutare il prossimo ed accompagnarlo con consigli e suggerimenti.

 

Ritengo che la spiritualità sia strettamente collegata alla personalità di ognuno di noi, ai suoi ritmi, limiti e credenze, alla storia personale e familiare; è qualcosa che cresce progressivamente dentro di noi, se solo lo desideriamo e la lasciamo agire.

È un’evoluzione costante che ci accompagna per tutta la vita e, per questo motivo, ne esistono tante forme, esattamente quante sono le modalità di affrontare la vita stessa.